Via Simone Martini, 136

00142 - Roma

0690544890 - 3490501373

per info e appuntamenti

psicoattivamente@gmail.com

la mail sempre attiva

Centro di Psicologia e Psicoterapia

5 tecniche immaginative per insegnare ai bambini a gestire i pensieri negativi


I bambini grandi non piangono…
 
Sei un piagnucolone…
 
Non dovresti arrabbiarti per questo…
 
Sei un bambino cattivo se pensi così…
 
È probabile che queste frasi ti risultino familiari e ti riportino direttamente all’infanzia. Infatti, forse le ripeti ai tuoi figli senza rendertene conto.
 
Queste frasi, e molti altre che sentiamo tutti i giorni, non hanno apparentemente nulla di sbagliato, perché il loro obiettivo è quello di ottenere che i bambini controllino i loro pensieri e le emozioni negative. Il problema è che attraverso queste si trasmette un’idea sbagliata: l’idea che siamo “cattivi”, quando sperimentiamo alcune emozioni o pensieri classificati come negativi.
 
Da quel momento in poi, il bambino comincia a sentirsi inadeguato perché sente e pensa certe cose che non dovrebbe sentire o pensare. E non sa come sbarazzarsi di quelle emozioni e pensieri. Di conseguenza, per ottenere l’approvazione sociale e non essere rimproverato, impara a nascondere quei sentimenti.
 
Nonostante ciò, quando cerchiamo di evitare una parte naturale della nostra condizione umana, come la tristezza, il dolore, la gelosia o la rabbia, questi sentimenti non scompaiono ma vanno a installarsi nell’inconscio, determinando da lì le nostre decisioni e l’umore. Dobbiamo ricordare che non possiamo scegliere come sentirci, ma possiamo scegliere cosa fare con queste emozioni e pensieri.
 
Pertanto, i genitori hanno una grande responsabilità: insegnare ai loro figli a gestire emozioni e pensieri che la società classifica come “negativi”. Come possono fare? Incoraggiandoli a “sedersi” con queste emozioni e idee negative e viverle, in modo che possano capire il messaggio che devono trasmettere. (leggi tutto)

I SABATI PSICOATTIVI

CORSI DI TRAINING AUTOGENO

FORMAZIONE

× Come possiamo aiutarti?