Amici: meglio della morfina, aiutano a sopportare il dolore

Amici: meglio della morfina, aiutano a sopportare il dolore

Gli amici potrebbero essere meglio della morfina, soprattutto se sono numerosi. Aiuterebbero, infatti, a sopportare meglio il dolore e a combattere la depressione. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivistaScientific Reports da Katerina Johnson e Robin Dunbari, due ricercatori dell’Università di Oxford (Regno Unito). Secondo gli autori, l’amicizia avrebbe un effetto benefico perché stimolerebbe il cervello a produrre endorfine, sostanze chimiche che regolano l’umore e agiscono da antidolorifici naturali.

“Le endorfine sono coinvolte nel circuito del dolore e del piacere: rappresentano antidolorifici naturali e forniscono sensazioni piacevoli – osserva Katerina Johnson -. Studi precedenti hanno suggerito che le endorfine favoriscono la creazione di legami sociali sia negli esseri umani che negli animali. Una teoria, nota come ‘Brain opioid theory of social attachment’ipotizza che le interazioni sociali inneschino emozioni positive quando le endorfine si legano ai recettori degli oppioidi nel cervello. Questo determina lasensazione di benessere che pervade le persone quando vedono i loro amici”.

 Durante la ricerca, gli autori hanno coinvolto 101 persone di età compresa tra 18 e 34 anni. Ai partecipanti è stato chiesto di rispondere a un questionario riguardanti le loro relazioni sociali – per esempio, quanti amici avessero e quante spesso li frequentassero -, il loro stile di vita e la loro personalità. Inoltre, dovevano svolgere questo compito cercando di mantenere, il più a lungo possibile, una posizione scomoda che causava loro dolore fisico. Nello specifico, dovevano stare accovacciati contro un muro con la schiena dritta e le ginocchia piegate a 90 gradi, come se fossero seduti. Al termine dell’esperimento, è emerso che i volontari che avevano più amici riuscivano a sopportare la sofferenza fisica più a lungo. Di conseguenza, la loro tolleranza al dolore risultava maggiore. (leggi tutto)