Categorie
eventi

Socialmente

SocialMente

Servizio di Psicoterapia agevolata

Cos’è?

Socialmente è un progetto del Centro Psicoattivamente che nasce con l’intento di rendere accessibile il percorso di cura a chi ne è in genere escluso, perché non riesce a trovare disponibilità presso i servizi pubblici o è scoraggiato dai costi di una psicoterapia privata.

A chi è rivolto?

Il servizio si pone l’obiettivo di offrire sedute di psicoterapia a tariffe sostenibili ai giovani senza lavoro o con lavori precari, ai disoccupati, agli studenti ed in generale a coloro che difficilmente riuscirebbero a sostenere i costi di un percorso terapeutico in ambito privato.
Sebbene il contesto sia quello di un centro privato, questo servizio si configura in uno spazio intermedio tra le prestazioni erogate da servizi di sanità pubblica, da un lato, e privati dall’altro.
Possono accedere al servizio coloro che hanno un reddito annuale non superiore ai 15.000 euro (accertabile tramite ISEE).

Quali sono i costi?

Il servizio di supporto psicoterapico a tariffa agevolata prevede una parcella di 40 euro a seduta per la psicoterapia individuale e di 60 euro per la psicoterapia di coppia, presso i terapeuti del Centro che aderiscono all’iniziativa.

Come si accede?

Per accedere al servizio è necessario mandare una mail con i vostri dati e contatti all’indirizzo psicoattivamente@gmail.com indicando nell’oggetto Socialmente. Verrete contattati da uno degli psicoterapeuti del centro che aderiscono all’iniziativa per fissare un primo incontro gratuito di conoscenza e valutare insieme se ci sono i requisiti per accedere al servizio.

Si fa presente che l’accesso al Servizio Socialmente è comunque subordinato alle disponibilità dei vari professionisti aderenti in considerazione delle richieste pervenute e delle prese in carico da gestire.

Categorie
Chi siamo

D.ssa Michela Petescia

Vivo a Roma. Sono laureata in Neuroscienze Cognitive e Riabilitazione psicologica e specializzata in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale presso la Scuola di Specializzazione quadriennale in Psicoterapia Cognitiva dell’Associazione di Psicologia Cognitiva di Roma.

Sono iscritta all’albo degli Psicologi del Molise e abilitata all’esercizio della Psicoterapia.

Lavoro presso il Centro Psicoattivamente, sede Via Simone Martini, 136 – Roma, dove svolgo attività di consulenza, psicoterapia individuale per adulti e adolescenti e valutazioni psicodiagnostiche e neuropsicologiche.

Partendo dalle difficoltà individuali, il mio lavoro di psicoterapeuta ha lo scopo di ridurre la sofferenza del paziente, rivolgendo l’attenzione al presente e alla riduzione del disagio percepito dalla persona e cercando di prevenire le ricadute attraverso interventi volti agli aspetti di vulnerabilità individuale.

Il mio ambito di intervento riguarda i disturbi d’ansia, attacchi di panico, fobie, disturbi ossessivo-compulsivi, i disturbi depressivi, i disturbi di personalità e di tutte quelle forme di sofferenza sintomatica, che possono invalidare il benessere personale e gli scopi esistenziali individuali.

Presso lo Studio Psicoattivamente mi occupo, inoltre, di valutazioni psicodiagnostiche (utilizzo interviste semi-strutturate e test self-report) essenziali per organizzare l’intervento clinico e per la condivisione del piano terapeutico con il paziente; e di valutazioni neuropsicologiche che permettono di misurare le abilità cognitive, utili per l’individuazione e per la diagnosi precoce di compromissioni del normale funzionamento cognitivo.

Lavoro presso il Servizio di Psicologia della Clinica convenzionata S.S.N., “Villa delle Querce” di Nemi (RM), dove svolgo attività di consulenza psicologica per i reparti di Riabilitazione Polifunzionale, Cardiorespiratoria, Medicina, Lungodegenza medica, Day Hospital e RSA. Conduco inoltre gruppi di psicoeducazione di supporto al trattamento di pazienti con patologie croniche.

Da ottobre 2019 sono docente di ente sanitario convenzionato, titolare dell’insegnamento di “Psicologia Generale” presso il Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Facoltà di Medicina e Chirurgia, sede didattica- “Casa di Cura Vila delle Querce” di Nemi.

Collaboro con la cattedra di Psicologia Clinica del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche dell’Università di Tor Vergata.

Curriculum formativo

2018- Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale presso la Scuola quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva dell’Associazione di Psicologia Cognitiva (APC) di Roma.

2015- Abilitazione all’esercizio della professione di Psicologo presso l’Ordine degli Psicologi del Molise.

2015- Master di II livello Universitario in Neuropsicologia Clinica (Età Evolutiva, Adulti e Invecchiamento), presso Istituto Skinner in collaborazione con l’Università Europea di Roma.

2013- Laurea in Neuroscienze Cognitive e Riabilitazione Psicologica presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza.

Categorie
Chi siamo

D.ssa Elisa Bisicchia

Sono una biologa nutrizionista, laureata in Biologia Cellulare e Molecolare, ho conseguito un dottorato di ricerca in Biotecnologie della Riproduzione e mi sono specializzata con un master in Alimentazione per il Benessere, la Salute e lo Sport. Lo scopo del mio lavoro è di insegnare una corretta alimentazione affinchè il cibo diventi un alleato nel raggiungimento del peso forma, di un buono stato di salute e di un equilibrato stile di vita.

Dott.ssa Elisa Bisicchia

Biologa Nutrizionista

Categorie
Chi siamo

D.ssa Melania Pugliese

PSICOTERAPIA ETA’ EVOLUTIVA

PSICOTERAPIA ADOLESCENTI

PSICODIAGNOSTA

GAME TRAINING

 

Nel marzo 2008 ho conseguito la laurea  in Psicologia presso l’Università La Sapienza di Roma, discutendo una tesi sperimentale sul rischio di suicidio in pazienti con disturbo alimentare.

Successivamente alla Laurea ho svolto un  tirocinio presso U.O.C. Unità complessa di Psichiatria dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma, dove ho svolto attività di ricerca sulla prevenzione nel campo del suicidio.

Dopo aver superato l’Esame di Stato, vengo iscritta all’Albo degli Psicologi del Lazio con il n° 18055.

Nel gennaio 2010 mi sono iscritta alla Scuola Di Psicoterapia dell’Adolescenza e dell’Età Giovanile a indirizzo Psicodinamico diretta dal Prof. Sergio Muscetta, con sede in Roma. Parallelamente svolgo un primo tirocinio presso il  Servizio territoriale per la Tutela della Salute Mentale e la Riabilitazione in Età Evolutiva (T.S.M.R.E.E.) e  un secondo tirocinio  presso l’Ambulatorio per l’Adolescenza dell’Ospedale Agostino Gemelli di Roma, dove ho svolgo principalmente attività di psicoterapie su Adolescenti e coppie genitoriali.

Nel maggio 2014  ho conseguito il titolo di Psicoterapeuta dell’Adolescenza e dell’Età Giovanile a Indirizzo Psicodinamico.

 

Nell’anno 2015-2016  ho frequentato un Master in Psicodiagnostica e Valutazione Psicologica presso l’Università Lumsa di Roma in convenzione con il Consorzio Humanitas di Roma. Ho svolto attività di Valutazioni psicologiche, somministrazioni test grafici, Scl-90, WAIS-IV, WISC-IV e stesura di relazioni psicologiche presso la SSD di Psicologia Clinica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma

Nell’aprile del 2018 ho frequentato, come volontaria, il Servizio di NPI dell’ASL del VCO, Sede di  Domodossola, lavorando prevalentemente con bambini e coppie genitoriali, in questo periodo mi sono avvicinata alle tematiche sui DSA (Disturbi Specifici Dell’Apprendimento) . Ho condotto gruppi di bambini con Disturbi Specifici Dell’Apprendimento lavorando sugli aspetti emotivi.

Nello stesso anno ho collaborato nel Progetto “GENITORI NON SIETE Più SOLI” progetto sostenuto dalla LILT (Lega Italiana per la lotta contro i Tumori), lavorando prevalentemente   con bambini e genitori nel territorio del VCO.

Attualmente  collabora come Libero Professionista presso il Centro Psicoattivamente, sede in via Simone Martini, 136- Roma, dove svolgo attività di consulenza e psicoterapia individuale su Adolescenti e Adulti.

 

Curriculum formativo

2015: Master in Psicodiagnostica e Valutazione Psicologica presso l’Università LUMSA di ROMA

2014: Specializzazione in Psicoterapia Psicodinamica presso la Scuola di specializzazione S.P.A.D.- Scuola di Psicoterapia sull’Adolescenza e dell’Età Giovanile

2014: Abilitazione all’esercizio della Psicoterapia

2010: Iscrizione all’Albo degli Psicologi del Lazio

2008: Laurea in Psicologia V.0. presso l’Università La Sapienza di Roma

Categorie
notizie

Quando le madri si tolgono la vita

In occasione della giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità rende noti i dati delle donne che in Italia si sono suicidate durante il primo anno dalla nascita del figlio. Un fenomeno che potrebbe essere arginato con una maggiore prevenzione, individuando le situazioni a rischio e fornendo un supporto psicologico ed eventualmente psichiatrico.

 

 

articolo di ELISA MANACORDA

È UNA rivoluzione che ha una data d’inizio ma, se tutto va come deve andare, non ha un termine. Comincia con il primo test di gravidanza, e non si conclude mai: si rimane madri a vita, anche quando i figli, ormai grandi, sono fuori di casa. Eppure ci sono delle donne per le quali questa rivoluzione permanente – di ruolo, di condizione, di stato: passare da individuo a genitore – diventa un peso insopportabile. Qualcuna non ce la fa. E sceglie di sottrarsi con la morte, spesso violenta, per impiccagione o precipitazione. Un fenomeno raro ma presente anche in Italia, seppure in misura minore rispetto ad altri paesi, soprattutto del Nord Europa. Il suicidio è infatti una delle cause di mortalità materna tra le più rilevanti e comuni a un anno dalla fine della gravidanza nei paesi industrializzati.

Lo evidenzia uno studio pubblicato sugli Archives of Women’s Mental Health e condotto dai ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità guidati da Ilaria Lega, del Reparto salute della donna e dell’età evolutiva dell’ISS diretto da Serena Donati. Lo studio è il primo contributo originale su questo tema da parte di un paese dell’Europa mediterranea, e verrà reso noto in occasione della Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, nata su iniziativa dell’International Association for Suicide Prevention (IASP) e con il sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che si celebra il 10 settembre.

La ricerca si basa sui dati contenuti nel Sistema di sorveglianza della mortalità ostetrica (Italian Obstetric Surveillance System – ItOSS). “Analizzando i dati provenienti da 10 Regioni italiane, nelle quali si verifica il 77 per cento delle nascite nazionali, tra il 2006 e il 2012 abbiamo notato un’anomalia: 67 casi di suicidio materno, in un paese caratterizzato per altro da un basso tasso di suicidi femminili (2,1 ogni 100 mila abitanti). Possono sembrare cifre poco rilevanti, e in parte lo sono se paragonate a quelle più alte di paesi come il Regno Unito, ma che comunque fanno riflettere. Soprattutto perché sono in parte evitabili”, spiega Lega. I numeri raccontano dunque di 2,3 suicidi ogni 100 mila nati vivi. Ma per avere un’idea dell’ampiezza del fenomeno, continua la ricercatrice, bisogna sapere che la mortalità materna per emorragia ostetrica, che è la principale causa di mortalità materna da complicazioni ostetriche in Italia, ha causato 1,92 decessi ogni 100 mila nati vivi nelle stesse Regioni.

Chi sono queste madri che scelgono di togliersi la vita? (leggi tutto)

Categorie
eventi

Sabati Psicoattivi

 

Calendario 2018-2019

 

 

10 Novembre 2018 ore 16,30

È meglio se sto zitto!
Come la comunicazione patologica ostacola la relazione

Dott. Claudio Gerbino, psicologo-psicoterapeuta, direttore della casa editrice Koinè

Diverse ricerche spiegano che la comunicazione è uno dei fattori importanti per creare buone relazioni. Purtroppo non sempre il parlare con gli altri è “comunicazione”, cioè un comportamento in cui la persona svela se stessa agli altri, soprattutto nella relazione di coppia. Esploreremo il linguaggio per individuare gli elementi carenti nella comunicazione e nelle relazioni umane.

 

24 novembre 2018 ore 16,30

Educare alle emozioni

Dott.ssa Marzia Toscano, psicologa-psicoterapeuta

La sfida di educare alle emozioni: imparare a riconosce le proprie emozioni e quelle degli altri rappresenta una risorsa fondamentale che consente ai nostri figli di relazionarsi con se’ stessi e con gli altri in modo sereno ed equilibrato. Come trasformare pianto, rabbia e capricci in un’occasione per allenare i nostri figli a sviluppare la propria intelligenza emotiva.

 

19 gennaio 2019 ore 16.30

Cibo ed emozioni: quando la dieta non funziona

Dott.ssa Simona Andreoli, psicologa-psicoterapeuta

Il cibo, sin dalla nascita, assume profondi significati emotivi e relazionali. Numerose ricerche hanno mostrato lo stretto rapporto tra vita affettiva e alimentazione, evidenziando come il cibo possa essere usato per gestire le emozioni, rispondere a delle insoddisfazioni emotive o colmare dei vuoti affettivi. Con le diete non sempre si riesce a mantenere i risultati desiderati o raggiunti, proprio per la rilevanza della componente affettiva. Diventa necessario, pertanto, imparare a riconoscere i propri stati emotivi e riconoscere i propri bisogni.

 

2 febbraio 2019 ore 16.30

Cambiare e ritrovarsi

Dott. Claudio Gerbino, psicologo-psicoterapeuta, direttore della casa editrice Koinè

Vita significa cambiamento. Vivere vuol dire crescere ed evolversi. Proprio nei periodi di crisi o nelle fasi di passaggio della vita ne diventiamo consapevoli, spesso dolorosamente. Questi periodi, tuttavia, possono diventare delle opportunità, ed avviare delle possibilità insospettate di sviluppo e di maturazione interiore.

 

23 febbraio 2019 ore 16.30

“L’ho visto con i miei occhi!”: come la mentre costruisce il mondo

Dott.ssa Francesca Pezzali, Psicologa-Psicoterapeuta

Il mondo possiede una sua oggettività. La nostra esperienza del mondo, però, non coincide con ciò che quest’ultimo è realmente perché il nostro cervello non si è evoluto per fare questo. La nostra percezione della realtà: come funziona e perché.

 

23 marzo 2019, ore 16.30

La gestione sana dei conflitti

Dott.ssa Valentina Desideri, Psicologa-Psicoterapeuta

I conflitti non si possono eliminare: fanno parte della vita e delle relazioni di tutti noi. Se eliminarli è impossibile, possiamo iniziare a conoscerli più approfonditamente e provare a “farci pace”.

Partendo dalla definizione stessa del conflitto, il seminario ne tratterà le cause scatenanti e gli elementi caratterizzanti. Il suo primo obiettivo sarà far comprendere che imparare a gestire i conflitti è una competenza che costituisce una grande opportunità di cambiamento e di crescita, sia individuale e sociale. Non ricercare il colpevole o chi abbia ragione, orientando le proprie risorse sulla risoluzione pacifica, attraverso un atteggiamento più efficace, sarà il secondo obiettivo.

Per chi fosse interessato alla tematica, dopo il seminario si attiverà un gruppo teorico-esperienziale per acquisire degli strumenti tecnici e comunicativi per imparare a gestire al meglio i conflitti nella vita quotidiana.

 

6 aprile 2019, ore 16,30

Crescere restando sé stessi: prove e sfide per l’adolescente e la sua famiglia

Dott. Damiano Biondi, Psicologo-Psicoterapeuta

L’adolescenza è una fabbrica di identità e di relazioni in cui tutti abbiamo lavorato dimenticandone però, a volte, le fatiche e le contraddizioni. L’adolescente può apparire alieno, perditempo ed egoista mentre è impegnato in questo invisibile lavoro dagli esiti imprevedibili.

 

La partecipazione è gratuita. E’ necessaria la prenotazione.

La durata di ogni incontro è di circa due ore. Gli incontri si tengono presso lo Studio Psicoattivamente, via Francesco Giacomelli 46 Roma Per informazioni ed iscrizioni: psicoattivamente@gmail.com

 

Calendario 2017-2018

14 Ottobre 2017 ore 16,30

Strategie di gestione dello stress

Dott.ssa Valentina Desideri, Psicologa-Psicoterapeuta abilitata all’insegnamento del Training autogeno
Dott. Marco Patitucci, Psicologo dello Spazio Clinico Monteverde e Psicologi Pigneto

Si parla spesso di stress oggi, ma cos’è esattamente, cosa lo determina e che effetti ha sul nostro organismo? I ritmi della società attuale sembrano portare le persone, a volte anche molto giovani, a perdere la naturale capacità di rilassarsi. Obiettivo dell’incontro sarà quello di evidenziare le principali strategie di gestione dello stress e si farà particolare riferimento all’utilizzo di tecniche di rilassamento fra cui il training autogeno.
L’incontro precede l’attivazione di un corso per di Training autogeno presso il nostro studio.

[hr height=”30″ style=”default” line=”default” themecolor=”1″]

11 Novembre 2017 ore 16,30

Come la struttura della famiglia di origine condiziona la nostra personalità

Dott. Claudio Gerbino, psicologo-psicoterapeuta, direttore della casa editrice Koinè

La composizione della nostra famiglia di origine (struttura familiare) e della famiglia di ciascuno dei nostri genitori comporta un’influenza determinante sullo sviluppo della personalità di ciascuno di noi, come pure la configurazione dei fratelli. Stiamo andando verso una società senza fratelli, o per meglio dire, verso una “società del figlio unico”; anche questo comporta un condizionamento sullo sviluppo della personalità. Alcuni studi in questo ambito dimostrano che ciascuno di noi è coinvolto in questo sistema. Conoscere i vari “ingredienti” da cui dipendono le motivazioni, e in definitiva i comportamenti, aiuta a contenere i condizionamenti e sviluppare valide alternative.

[hr height=”30″ style=”default” line=”default” themecolor=”1″]

20 Gennaio 2018 ore 16,30

Errori da non ripetere. La conoscenza della propria storia aiuta ad essere genitori?

Dott.ssa Francesca Pezzali, psicologa-psicoterapeuta

Oltre agli eventi stessi è il significato che diamo alle nostre esperienze infantili ad avere un profondo impatto sul nostro modo di essere genitori. Perché a volte abbiamo con i nostri figli gli stessi comportamenti che da bambini ci hanno fatto soffrire? Come possiamo liberarci dei vincoli che continuano a condizionarci?
Prendendo spunto da un famoso saggio di D.Siegel e M. Hartzell, ci avventuriamo nell’esplorazione degli studi più recenti nel campo dell’educazione e della neurobiologia alla ricerca di alcune risposte.

[hr height=”30″ style=”default” line=”default” themecolor=”1″]

10 febbraio 2018 ore 16,30

Genitori separati o genitori assenti?

Dott. Claudio Gerbino, psicologo-psicoterapeuta, direttore della casa editrice Koinè

Un genitore può essere assente fisicamente per un figlio perché, ad esempio dopo una separazione, ha lasciato la casa. Un genitore può, però, essere presente in casa ma assente affettivamente. In entrambi i casi i figli vivono un’esperienza di perdita non solo del genitore, ma anche di tutto ciò che la coppia genitoriale rappresenta nell’educazione dei figli e nel loro sviluppo psicologico: vengono a mancare dei modelli di riferimento. La consapevolezza di questi fattori condizionanti può aiutare a limitare il trauma della perdita, i conflitti che ne derivano e a creare dei modelli di riferimento alternativi.

[hr height=”30″ style=”default” line=”default” themecolor=”1″]

10 Marzo 2018 ore 16,30

I traumi psicologici: ferite dell’anima

Dott.ssa Laura Cenni, psicologa-psicoterapeuta

Tutti noi siamo esposti alla possibilità di subire dei traumi psicologici. Ci sono traumi che si possono definire “con la T maiuscola”, perché sono ferite importanti che minacciano la nostra integrità, come calamità naturali, incidenti stradali o aggressioni. Ma ci sono anche dei traumi “con la t minuscola”, ossia le umiliazioni, gli abbandoni, la trascuratezza e le paure. Queste esperienze che sembrano meno rilevanti, se ripetute nel tempo o subìte in momenti di particolare vulnerabilità o nell’infanzia possono lasciare delle grandi ferite dentro di noi. Spesso il tempo consente alla nostra mente di rielaborare alcuni traumi, e ci permette di proseguire nel cammino della vita, ma cosa accade quando le ferite che abbiamo subìto continuano a sanguinare anche a distanza di anni? Affronteremo l’argomento nel corso del seminario e descriveremo una delle metodiche, recentemente sviluppate, che si è dimostrata più efficace in tempi brevi per elaborare il trauma, il cosiddetto EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing).

[hr height=”30″ style=”default” line=”default” themecolor=”1″]

21 Aprile 2018 ore 16,30

Cibo ed emozioni:quando la dieta non funziona

Dott.ssa Simona Andreoli, psicologa-psicoterapeuta

Il cibo, sin dalla nascita, assume profondi significati emotivi e relazionali, permettendo la nostra relazione con il mondo e la nostra sopravvivenza, basti pensare all’allattamento ed allo svezzamento e tutti i vissuti emotivi che li condizionano. Nel tempo i pasti diventano un importante punto di riferimento: temporale, definendo i ritmi della nostra giornata, e sociale in quanto principale momento di incontro e di interazione. Numerose ricerche hanno mostrato lo stretto rapporto tra vita effettiva e l’alimentazione, evidenziando come il cibo possa essere usato per gestire le emozioni, rispondere a delle insoddisfazioni emotive o colmare dei vuoti affettivi.
Con le diete non sempre si riesce a mantenere i risultati desiderati o raggiunti, proprio per la rilevanza della componente affettiva. Diventa necessario, pertanto, imparare a riconoscere i propri stati emotivi, ascoltare il proprio corpo e riconoscere i propri bisogni. Cercheremo, dunque, di vedere come riconoscere le emozioni che si celano dietro il cibo e come intervenire funzionalmente.

 

La partecipazione è gratuita. E’ necessaria la prenotazione.
La durata di ogni incontro è di circa due ore.
Per informazioni ed iscrizioni: psicoattivamente@gmail.com
Categorie
notizie

Ritorno a scuola, manuale per genitori e figli

Lo psicologo fornisce qualche informazione ai genitori per aiutare i figli ad iniziare nel modo migliore il nuovo anno scolastico.

Per bambini e ragazzi l’inizio di un nuovo anno scolastico è pieno di eccitazione, di curiosità e anche di gioia di rivedere i compagni dopo la lunga pausa estiva. Per altri però, lo stesso evento può innescare riluttanza, ansia e stress. E allora, soprattutto in questa fase delicata di cambiamento nelle abitudini quotidiane, i genitori hanno un ruolo importante per rendere più ‘morbida’ la ripresa scolastica.

Procedere per gradi. Con l’estate, la routine del periodo scolastico è andata persa: si va a dormire più tardi, il suono della sveglia non è più così familiare e lo spazio dedicato allo studio e ai compiti è stato confinato per lo più a qualche ora a settimana. Prima di tutto occorrerebbe far riacquisire al bambino quelle abitudini legate al proprio periodo scolastico che sono andate perse, magari una settimana o qualche giorno antecedente al primo giorno di scuola: “È importante – dichiara Anna Oliverio Ferraris, docente di Psicologia dello sviluppo dell’Università La Sapienza – far riabituare i propri figli agli orari soliti del periodo scolastico e fargli fare qualche compito poco prima del rientro a scuola per fargli riacquistare la concentrazione. Provare un po’ d’ansia per il primo giorno di scuola è normale: i genitori dovrebbero cercare di tranquillizzare i propri figli, è importante non trasmettergli ansia e preoccupazioni perché per loro i genitori sono il loro punto di riferimento. Fargli capire che provare ansia all’inizio è normale, magari raccontando loro le proprie esperienze ed emozioni vissute quando essi erano piccoli o utilizzando metafore per esempio attraverso una favola che riguardi questa situazione emotiva. Portare poi l’attenzione del bambino sulla possibilità di fare nuove amicizie, di imparare cose nuove per cercare di trasformare la paura in curiosità”. (leggi tutto)

Categorie
Chi siamo

D.ssa Francesca Pezzali

Sono laureata in Psicologia e specializzata in Psicoterapia Sistemico-Relazionale presso l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia diretta dal Prof. Maurizio Andolfi.

Lavoro presso il Centro Psicoattivamente, sede di Via Simone Martini 136- Roma, dove svolgo attività di consulenza e psicoterapia individuale, di coppia e familiare.

Oltre all’attività clinica mi occupo da anni di progetti di prevenzione e sostegno della genitorialità.  Conduco, presso l’associazione “Il Melograno” gruppi di preparazione al parto.

Sono esperta nei servizi integrati alla madre e al bambino nel primo anno di vita, ho organizzato e condotto incontri tematici rivolti a madri, padri ed educatori, mi sono occupata di coordinamento di progetti e formazione in ambito sanitario ed educativo. Mi sono occupata di depressione post-partum.  Ho progettato e condotto gruppi di sostegno rivolti a donne che hanno partorito tramite taglio cesareo.

Sono consulente tecnico dell’associazione Semi di Carta, che si occupa di laboratori creativi e didattici per bambini e genitori oltre a corsi di formazione per operatori ed educatori.

Curriculum dettagliato

Curriculum formativo

2006 Diploma di Specializzazione presso l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia (scuola di formazione in psicoterapia sistemico-relazionale), Direttore Prof. Maurizio Andolfi  (Scuola di specializzazione regolarmente riconosciuta dal M.U.R.S.T.).

2000  Iscrizione all’Albo degli Psicologi della Regione Lazio.

2000 Corso di Formazione “L’Assistenza domiciliare ai nuclei familiari con neonati prematuri e a rischio psico-sociale”, organizzato dall’ Associazione “Il Melograno – Centro Informazione Maternità e Nascita”  nell’ambito del progetto “Raggiungere gli Irraggiungibili” realizzato con il Comune di Roma in attuazione della legge 285/97.

1999/2000 Corso di Perfezionamento in “Mediazione Psicosociale”, Università “La Sapienza”.

1998 Laurea in  Psicologia, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Curriculum scientifico

2009 Relatrice su “Genitori si diventa”, nell’ambito della Conferenza Nazionale sull’infanzia e l’adolescenza, Napoli 18-20 novembre.

2009 Relatrice su “Il sostegno precoce alle famiglie a rischio: l’esperienza romana del Melograno”, nell’ambito della giornata di formazione: “Il sostegno precoce al neonato a rischio sociale”, a cura del Reparto di Pediatria-Neonatologia del Polo Ospedaliero di Putignano, ASL di Bari, Putignano 22 maggio 2009

2007 Attività di docenza sul tema “Il ruolo dell’operatrice domiciliare nei progetti di home visiting” all’interno del corso universitario “Modelli di intervento in psicologia di comunità”, tenuto dalla  Prof.ssa Miretta Prezza. Facoltà di Psicologia 2, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” .

2006/2007 Attività di docenza nel corso di formazione sul tema “La comunicazione come strumento di lavoro nei contesti educativi”, rivolto ad educatrici di asili nido comunali, realizzato nell’ambito del progetto “Genitori si Diventa”, finanziato dal Municipio 1° Roma Centro Storico nell’ambito del II Piano Cittadino attuativo della Legge 285/97.

2006 Relatrice su “Sei anni di lavoro con le mamme”, nell’ambito del convegno: “Non solo madre. Non sola.”, a cura del Comune di Verona, Assessorato alle Pari Opportunità e Cultura delle Differenze, Verona 10 novembre.

2006 Relatrice su “Sei anni di lavoro con le mamme”, nell’ambito del convegno: “Proteggere il bambino e sostenere le famiglie. Esperienze di prevenzione del maltrattamento infantile e di sostegno agli operatori”, a cura del Comune di Roma, Assessorato alle Politiche di Promozione dell’Infanzia e della Famiglia, Roma 15-16 marzo.

2006 Collaborazione per la stesura dei testi della “Guida al percorso nascita”, progetto promosso dall’Assessorato alle Politiche di Promozione dell’Infanzia e della Famiglia e realizzato dall’Associazione il Melograno.

2006 Coautrice del capitolo “L’operatrice in azione” nel testo a cura di Miretta Prezza, “Aiutare i neo-genitori in difficoltà. L’intervento di sostegno domiciliare”, Edizioni Franco Angeli, Milano.

2005 Relatrice su “Il sostegno precoce alla genitorialità”, nell’ambito del convegno: “Figli, famiglia e territorio”, a cura del Comune di Roma, Municipio Roma I Centro Storico, Roma 25 maggio.

2003 Relatrice nell’ambito della giornata di presentazione e confronto tra progetti di intervento domiciliare nel primo anno di vita del bambino: “Un sostegno sicuro quando nasce un bambino”, a cura dell’Assessorato alle Politiche dell’Infanzia e della Famiglia, Comune di Roma.

2003 Relatrice nell’ambito della giornata di studio: “Psicologia dello Sviluppo in azione: modalità di intervento in contesti  familiari, educativi, sociali e di cura”, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Psicologia 2.

2002  Attività di docenza nell’ambito del Corso di Formazione Europeo per “Esperte nella gestione di servizi integrati alle donne nel primo anno di vita del bambino” realizzato a cura dell’Associazione “Il Melograno – Centro Informazione Maternità e Nascita”.

1998  Membro del comitato tecnico-scientifico per l’organizzazione della tavola rotonda “Per la tutela della nascita a rischio: una rete sociale, sanitaria e giuridica” a cura della Provincia di Roma, Assessorato alla Solidarietà e ai Servizi Sociali, Roma, 29 settembre.

Curriculum professionale

Dal 2004 ad oggi Consulenza e psicoterapia a individui, coppie e famiglie svolte presso il proprio studio professionale (Centro Psicoattivamente), sito in via Francesco Giacomelli 46

Dal 2012 ad oggi Conduzione di gruppi di accompagnamento alla nascita. Associazione Il Melograno, Roma.

2008/2010 Realizzazione di incontri sui temi della genitorialità; progettazione e conduzione di gruppi di sostegno rivolti a donne che hanno partorito tramite taglio cesareo. Associazione Il Melograno, Roma.

2008/2009 Progettazione e realizzazione di incontri tematici per il sostegno alla genitorialità nei primi anni di vita del bambino, presso lo studio medico pediatrico convenzionato sito in via G. Armellini, Roma.

Dal 2004 al 2010 Consulenza e psicoterapia a individui, coppie e famiglie svolte presso la sede dell’Associazione “Il Melograno- Centro Informazione Maternità e Nascita” (vedi www.melogranoroma.org), via Saturnia 4/A, Roma.

2006/2008 Coordinamento del progetto “Genitori si Diventa”, finanziato dal Municipio 1° Roma Centro Storico nell’ambito del II Piano Cittadino attuativo della Legge 285/97, e realizzazione di uno sportello di consulenza psicologica presso la scuola comunale dell’infanzia “Baccarini”.

2003/2005 Collaborazione a progetto con l’Associazione “Il Melograno- Centro Informazione Maternità e Nascita” per la realizzazione del progetto “Genitori si Diventa” finanziato dal Municipio 1° Roma Centro Storico nell’ambito del II Piano Cittadino attuativo della Legge 285/97. Gli incarichi svolti sono:

  • conduzione di gruppi di genitori e bambini da 0 a 5 anni, presso nidi e scuole dell’infanzia comunali;
  • realizzazione di interventi di sostegno domiciliare a madri nei primi 6 mesi di vita dei propri figli.

2000/2009 Collaborazione a progetto con l’Associazione “Il Melograno – Centro Informazione Maternità e Nascita” per la realizzazione del progetto “Raggiungere gli irraggiungibili” finanziato dal Comune di Roma (legge 285/97). L’incarico svolto è la realizzazione d’interventi di sostegno domiciliare a nuclei familiari portatori di grave disagio psico-sociale.

1999/2002  Membro del Gruppo Romano di Lavoro per l’Assistenza Integrata al Bambino e alla Famiglia nelle Unità di Cura Neonatali (G.R.A.N.I.).

Categorie
Chi siamo

D.ssa Silvia Sossi

Sono nata a Genova nel 1966 e vivo a Roma da molti anni. Mi sono laureata in Psicologia Clinica e di Comunità nel 1993, ho conseguito i perfezionamenti in Psichiatria dell’età evolutiva e in Psicosomatica dell’età evolutiva e mi sono specializzata in Psicoterapia Sistemico-Relazionale presso l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia.

Lavoro presso il Centro Psicoattivamente, sede Via Simone Martini 136- Roma, dove svolgo attività di consulenza e psicoterapia individuale, di coppia e familiare.

Partendo dalle difficoltà che presentano coloro che si rivolgono presso il nostro centro per una consulenza individuale, il mio lavoro di consulenza e psicoterapia è teso ad individuare i punti di forza di ognuno, aiutare la persona a trovare dentro di sé quelle risorse che in alcuni momenti della vita si fa fatica a riconoscere. Il mio ambito di intervento riguarda i disturbi d’ansia, gli attacchi di panico, le fobie, i disturbi ossessivo-compulsivi, gli stati depressivi e tutte quelle situazioni che possono portare le persone a vivere momenti di crisi evolutive o esistenziali.

Attraverso la terapia di coppia lavoro, insieme ai due partner, per cercare di affrontare e superare i momenti difficili che hanno incontrato e stanno incontrando nel loro percorso insieme. Tali difficoltà possono riguardare e si possono manifestare in molti modi diversi: attraverso difficoltà di comprensione reciproca, problemi nella sfera sessuale, divergenze nello stile genitoriale, tradimenti.

Quando la richiesta di consulenza psicologica viene effettuata dai genitori e riguarda il loro bambino, svolgo una consulenza familiare, insieme, quindi, a tutti i membri della famiglia.

Il mio lavoro di consulenza e psicoterapia con i bambini e gli adolescenti è svolto in un ottica sistemico-relazionale

 

 

Ho prestato attività di consulenza in qualità di psicoterapeuta familiare presso il Servizio clinico per il bambino e la famiglia dell’Accademia della Famiglia Onlus (Presidente Prof.Maurizio Andolfi).

Ho collaborato alla stesura dell’articolo “Come restituire competenza al bambino” pubblicato all’interno del Manuale clinico di terapia Familiare Volume II: Le buone prassi nella terapia sistemico-relazionale, a cura di Pasquale Chianura, Luca Chianura, Ermelinda Fuxa e Silvia Mazzoni, ed FrancoAngeli

Ho lavorato dal 2004 al 2005 come psicologa con contratto di collaborazione coordinata e continuativa presso il Consultorio Familiare Silone, ASL RMC, Via Silone 100- 00143, Roma , dove ho effettuato consulenze ed incontri di sostegno individuali, di coppia e familiari; colloqui finalizzati alle indagini pre-adottive; corsi di preparazione al parto. Ho lavorato in collaborazione con i Servizi Sociali di competenza per la presa in carico di coppie e famiglie in difficoltà.

Dal 2003 al 2005 ho fatto esperienza nella consulenza e sostegno familiare presso l’Ospedale del Bambino Gesù di Palidoro, Clinica di Riabilitazione Neuromotoria.

Dal 2002 al 2003, presso il Centro Sperimentale per l’Autismo Anniverdi, Via Sbricoli, 8- 00148-Roma, ho collaborato al sostegno alle famiglie di bambini autistici.

Dal 2002 al 2004 ho lavorato come psicologa con contratto di collaborazione presso il Centro Diurno Anziani Fragili, Campus Biomedico, Via dei Compositori, 130- Roma, dove effettuavo colloqui individuali e somministravo test psicodiagnostici.

CURRICULUM FORMATIVO

Specializzazione in Psicoterapia Sistemico-Relazionale presso l’Accademia di Psicoterapia della Famiglia, Via Guattani, 15, Roma

2006 Corso Intensivo “Il bambino come risorsa nella terapia familiare”, Accademia di Psicoterapia della Famiglia, Via Guattani 15, Roma

2004 Corso Intensivo sul Trattamento del Disturbo di panico, Accademia di Psicoterapia della Famiglia, Via Guattani 15, Roma

1996 Perfezionamento (durata un anno) in “La clinica psicosomatica in età evolutiva: psicodiagnosi e psicoterapia” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – Facoltà di Medicina e Chirurgia.

1995 Corso di perfezionamento post laurea della Scuola Medico Ospedaliera di Roma e della Regione Lazio “Patologia relazionale neonatale”, Ospedale Nuovo Regina Margherita, Roma

1993 Perfezionamento (durata un anno) in “Psichiatria dell’età evolutiva ad orientamento psicodinamico” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – Facoltà di Medicina e Chirurgia

1993 Partecipazione al Corso teorico pratico “Training autogeno respiratorio”, U.S.L. RM2

1992  Corso seminariale in Psicologia Clinica-Ostetricia-Ginecologia sul tema : Nuove tecniche di prevenzione, assistenza e cura nella struttura ospedaliera. 1a Cattedra di Clinica Ostetrica e Ginecologica, Roma

1992 Collaborazione con le attività di ricerca della cattedra di Psicopatologia Generale e dell’Età Evolutiva, Dipartimento di Psicologia.

1992 Laurea in Psicologia Clinica con votazione 110/110 presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza

Categorie
Chi siamo

Dr. Damiano Biondi

Nato a Roma, il 22/09/1974    Roma (Italia) – 22/09/1974

Esperienze Professionali:

Gennaio 2019

Docente corso di formazione online “La terapia nei disturbi d’ansia: psicofarmacologia e modelli di intervento psicologico” – modulo didattico dal titolo “Psicoterapia psicodinamica dei disturbi d’ansia e panico. Prospettive teoriche e tecniche di intervento” per conto di IGEA Centro Promozione Salute Srl, P.zza Duca D’Aosta, 28 – 65121 Pescara tel. 085-2405332.

I disturbi d’ansia, come il disturbo di panico, il disturbo ossessivo- compulsivo, la fobia sociale, hanno una elevata prevalenza, si associano spesso a rilevante disabilità psicosociale e compromissione della qualità della vita, e presentano anche non trascurabili costi sociali.

Gli studi epidemiologici mostrano che il decorso di questi disturbi è meno benigno di quanto comunemente alcuni credano ed assume spesso forma subcronica o cronica. Tuttavia, sono disponibili trattamenti efficaci sia farmacologici che psicoterapeutici per questi disturbi, che se utilizzati nel modo migliore possono influire significativamente sulla prognosi a lungo termine di queste condizioni psicopatologiche.

Il corso si propone si propone come un’occasione di formazione e aggiornamento per professionisti che operano nel settore della salute mentale, e intende presentare le evidenze scientifiche più aggiornate e fondate sui trattamenti farmacologici e psicosociali di documentata efficacia per i disturbi d’ansia.

Da Dicembre 2017 a Aprile 2018

Psicologo dell’età evolutiva e Psicoterapeuta sportello psico-socio-educativo all’interno del progetto “OLTRE TETTO” c/o Istituto don Calabria, via Giambattista Soria, 13 tel 06-6274894.

Lo sportello di ascolto psico-socio-educativo permette una complessiva presa in carico degli utenti che afferiscono al contesto della mensa sociale, e dei servizi ad essa connessi, tramite modalità varie. Il centro nasce come luogo dove si intessono relazioni con le persone in momenti di disagio, di tipo socio-economico/relazionale (perdita della casa/lavoro, disgregazione della rete socio-familiare), italiane e non, e grazie all’ascolto attivo si progettano azioni concrete che mettono in moto reti ed interventi personalizzati. Interventi di consulenza e sostegno psicologici e interventi psicoterapeutici, sono previsti dopo un’attenta analisi della domanda.

Da giugno 2014 a oggi

Psicologo dell’età evolutiva e Psicoterapeuta coordinatore Unità di intervento in Psicologia Clinica e Psicoterapia del Valmontone Hospital, via dei Lecci – Valmontone, tel. 06-95195503.

Psicoterapia dei distrubi dell’umore e depressivi, disturbi d’ansia e di panico. Trattamento del disturbo ossessivo compulsivo e di disturbi correlati a eventi traumatici e stressanti. Disturbi dissociativi, derealizzazione e depersonalizzazione Psicoterapia psicodinamica dei disturbi di personalità.

Sostegno alla genitorialità e alla relazione madre-bambino, Terapia di coppia per problemi relazionali, sostegno alla funzione genitoriale in fasi critiche del ciclo vitale, incontri sulla conflittualità intergenerazionale (genitori – figli), incontri sulle problematiche delle coppie adottive e affidatarie, incontri con genitori e fratelli di persone con disabilità e disturbi psichici, incontri per il sostegno della qualità della vita nella terza età.

Da novembre 2009 a oggi

Psicologo Responsabile dell’Ambulatorio Sociale di Psicoterapia – Opera don Calabria, via Giambattista Soria, 13 tel 06-6274894.

L’Ambulatorio Sociale di Psicoterapia è un servizio clinico che ha l’obiettivo di fornire assistenza psicologica e psicoterapeutica anche alle fascie economiche più svantaggiate. L’utenza composta da individui, coppie, famiglie, bambini e adolescenti, riceve prestazioni di psicoterapia, mediazione familiare, logopedia e psicopedagogia.

Gli obiettivi del ruolo sono costituiti dall’ottimizzazione degli aspetti collegati al funzionamento e corretto svolgimento del servizio, organizzazione delle supervisioni, adempimento degli aspetti amministrativi legati al lavoro clinico, monitoraggio degli aspetti legati alla normativa sulla privacy, gestione del personale. cura dei rapporti con il territorio in particolare con la ASL e il Servizio Sociale.

Da novembre 2009 a oggi

Psicologo Clinico e Psicoterapeuta c/o l’Ambulatorio Sociale di Psicoterapia – Opera don Calabria. Diagnosi e intervento clinico in ambito individuale, familiare e di coppia. Lavoro clinico con pazienti affetti da disturbi psicotici, disturbi d’ansia e di panico e disturbi di personalità.

Psicoterapia di sostegno a familiari di persone affette da disabilità psichica e schizophrenia.

Conduzione di un gruppo terapeutico composto da persone che hanno subito negli ultimi 12 mesi intenso stress psicosociale in particolare separazioni coniugali e licenziamenti.

Da marzo 2010 a Settembre 2013

Docente a contratto di Teorie e Modelli in Psicologia Dinamica alla Facoltà di Medicina e Psicologia della Università di Roma “Sapienza”. Corso di laurea in Analisi dei Processi Cognitivi Normali e Patologici. Insegnamento dei principali autori e orientamenti teorici della Psicologia Dinamica e corrispondente verifica formativa degli allievi attraverso test scritti e orali.

Novembre 2009

Junior Member dell’International Neuropsychoanalysis Society; Direttore Scientifico: Mark Solms. Scopo della società è l’approfondimento e la divulgazione di argomenti di Psicoanalisi e Neuroscienze. In particolare I miei interessi di ricerca si orientano nella direzione dello studio dei fattori psicodinamici correlati alle sindromi neurologiche

Novembre 2009

Frequentatore scientifico dell’IRCCS Santa Lucia di Roma Unità di Neuropsicologia Cognitiva Direttore Prof. Luigi Pizzamiglio, con l’obiettivo di condurre un indagine sulle variabili psicologiche coinvolte nelle confaluzioni di pazienti neurologici. Le confabulazioni sono delle manifestazioni presenti in quadri clinici tra loro differenti che hanno però come caratteristica comune la presenza di un danno neurologico.

L’ipotesi di lavoro dell’indagine è che fattori emotivi e motivazionali possano svolgere un ruolo nell’organizzare i contenuti delle confabulazioni.

Marzo 2009

Cultore della materia c/o la cattedra di Psicodinamica delle Relazioni Familiari del Prof. Maurizio Andolfi alla Facoltà di Medicina e Psicologia della Università di Roma “Sapienza”. Corso di Laurea in Psicologia Dinamica dell’Adolescenza e della Famiglia.

Curatore del Laboratorio di Ricerca e Intervento sulla Coppia.

Istruzione e Formazione

Febbraio 2015

Corso di formazione introduttivo all’utilizzo dell’ICF – International Classification of Functioning. L’ICF è uno strumento di Classificazione del Funzionamento della persona in condizioni di salute e disabilità concepito e commissionato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e diffuso in 191 paesi del mondo. Lo strumento esprime un approccio di tipo bio-psico-sociale in cui la disabilità e il funzionamento umano non vengono intese come condizioni fisse e permanenti ma come il risultato di una costante dinamica tra individuo ambiente all’interno della quale possono realizzarsi esperienze che fungono come facilitatori o come barrier rispetto ad una maggiore inclusione dell’individuo nella società.

Il corso della durata di tre settimane è avvenuto all’interno dell’Opera don Calabria ed è stato tenuto dalla Prof.ssa Lucia Chiappetta Cajola della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre.

Aprile 2012

Specializzazione in psicoterapia sistemico relazionale con conseguimento della qualifica di psicoterapeuta individuale e della famiglia.

Rilasciata da Accademia di Psicoterapia della Famiglia; Direttore: Maurizio Andolfi; Via Guattani, 15; 00161 Roma. Tel. 06-44233273.

Luglio 2011

Conseguimento della qualifica di PhD in seguito alla conclusione del Dottorato di ricerca in Psicologia Dinamica, Clinica e dello Sviluppo XXIII° ciclo.

L’obiettivo del progetto di ricerca era la valutazione dei fattori psicodinamici e motivazionali correlati alle confabulazioni di pazienti neurologici. Rilasciata dal Dipartimento di Psicologia Dinamica, Clinica e dello Sviluppo n° 146. Facoltà di Medicina e Psicologia della Università di Roma “Sapienza”. Tutor Prof.ssa Alessandra De Coro.

Gennaio 2009

Corso Annuale di Psicosomatica Clinica tenuto dal Prof. Tommaso Achille Poliseno c/o la S.M.O. Scuola Medico Ospedaliera. Ospedale Santo Spirito Roma.

Giugno 2003

Laureato con Lode in Psicologia dell’età evolutiva con una tesi sulla valutazione degli stili di attaccamento in pazienti con disturbi del comportamento alimentare (DCA). Facoltà di Psicologia II Università di Roma “Sapienza”. Cattedra di Psicologia Dinamica Corso Progredito; Titolare: Prof.ssa De Coro.

Giugno 2003

Abilitazione O.P.D. (Diagnosi Psicodinamica Operazionalizzata). L’O.P.D. è un sistema diagnostico che permette di integrare le categorie descrittive, costruite su base empirica, delle classificazioni psichiatriche internazionali (ICD-10 e DSM-IV), con una valutazione più articolata del funzionamento globale della personalità. I dati raccolti attraverso un colloquio vengono elaborate in base alle categorie concettuali dello strumento orientate maggiormente verso l’apprezzamento delle relazioni, dei conflitti e della struttura psicologica interna del soggetto. Rilasciata da Prof. Dahlbender Visiting professor Università di Ulm (Germania) c/o Dipartimento di Psicologia Dinamica, Clinica e dello Sviluppo n° 146. Facoltà di Medicina e Psicologia della Università di Roma “Sapienza”.

Pubblicazioni

  •  Piperno, R., Biondi, D. (2011) Un approccio sistemico intersoggettivo alla depressione. In: Andolfi, M., Loriedo, C., Ugazio, V. (a cura di) Depressioni e Sistemi. Franco Angeli.
  • Biondi, D. (2011) L’intersoggettività tra psicologia dinamica e terapia familiare. In: Piperno, R., Zani, R. (a cura di) Abitare l’altro. La psicoterapia nella prospettiva intersoggettiva.
  • Biondi, Costigliola, Rossetti, Zani (2013): L’ambulatorio Sociale di Psicoterapia. In: Neri, C. (a cura di) Fare Gruppo nelle Istituzioni. Franco Angeli

Atti dei convegni

  • Discussant seminario di studio con Stephen Seligman, 8 aprile 2017: Psicologia del Tempo: un nuovo osservatorio per la pratica psicoanalitica. Evento organizzato da Sipre (Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione)
  • Discussant presentazione libro “PSICOANALISI E SCHIZOFRENIA UN QUADRO IN DIVENIRE”. 26 novembre 2016. Evento organizzato da Sipre ( Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione)
  • Relatore seminario SGAI (Società Gruppoanalitica Italiana), 15 Ottobre 2016. “I diversi aspetti dello ‘straniero’ nella quotidiana prassi psicoterapeutica”.
  • IV Congresso Europeo sulla Sindrome di Rett, Roma 30/31 Ottobre – 1° Novembre 2015. Intervento dal titolo: “ Care psicologica e qualità della vita”
  • Discussant seminario di studio con Samuel Gerson, 5 Aprile 2014: L’isteria in psicoanalisi tra retaggio storico e attualità della cura. Evento organizzato da Sipre (Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione)
  • Relatore seminario SPIGA (Società di Psicoanalisi Interpersonale e Gruppoanalisi). 24 Novembre 2012. “Personalità e Disturbo di Panico”.
  • Discussant presentazione libro “ABITARE L’ALTRO” 8 Febbraio 2013 Opera don Calabria
  • Discussant seminario di studio con Donna Bassin 16 Febbraio 2013: Il lutto non elaborato e la relazione analitica. Evento organizzato da Sipre ( Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione)
  • XVII Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP (Associazione Italiana di Psicologia) Catania 14-16 Settembre 2011. Intervento dal titolo: “C’è logica in questa follia” indagine dei processi psicodinamici in un campione di pazienti confabulanti.
  • Discussant al convegno: “Intersoggettività, crocevia tra i modelli di psicoterapia”. 21 Gennaio 2011 Opera don Calabria