Gli effetti dello stress trasmessi da padre a figlio

Gli effetti dello stress trasmessi da padre a figlio

I topi maschi che hanno vissuto una situazione stressante producono spermatozoi con un’espressione alterata dei micro RNA, piccole molecole che regolano l’attività dell’RNA messaggero: come conseguenza, la prole concepita con quegli spermatozoi mostra una risposta alle situazioni di stress più intensa del normale. Il risultato dimostra ancora una volta la trasmissione di meccanismi di regolazione genica da una generazione all’altra.

Lo stress vissuto da un topo durante la vita rimane “impresso” nei suoi spermatozoi, e la prole concepita con questi spermatozoi mostra una risposta più intensa del normale agli stimoli stressanti. Lo ha stabilito un nuovo studio pubblicato sui “Proceedings of the National Academy of Sciences” da Tracy Bale e colleghi dell’Università della Pennsylvania che ha individuato i veicoli di questa trasmissione ereditaria nei meccanismi epigenetici di regolazione dell’espressione del DNA e nelle molecole di microRNA (miRNA).

Secondo uno dei dogmi classici della biologia, l’insieme dei caratteri ereditari trasmessi dai genitori alla prole non comprende i tratti acquisiti nell’interazione con l’ambiente. Questo avviene perché la molecola di DNA, che codifica i caratteri genetici, è determinata alla nascita e non subisce l’influenza dell’esperienza dell’individuo.(leggi tutto)

× Come possiamo aiutarti?