In Finlandia i bambini non imparano a leggere all’asilo. Eppure crescono bene ugualmente

In Finlandia i bambini non imparano a leggere all’asilo. Eppure crescono bene ugualmente

i si aspetta che i bambini dell’asilo abbiano un alto tasso di alfabetizzazione. Questo non è il caso della Finlandia, dove i piccoli allievi della scuola materna passano il tempo a giocare eccellendo comunque nella lettura.

In una ricerca pubblicata questa settimana da Atlantic, lo scrittore e insegnate di Helsinki Tim Walker, fa uno studio sul sistema scolastico finlandese dove i piccoli allievi iniziano la scuola materna a 6 anni e il tempo dedicato al gioco e all’artigianato nell’insegnamento di base è prioritario.

Arja-Sisko Holappa della Finnish National Board of Education spiega che il ruolo del gioco nel modo di imparare dei bambini è veramente molto importante: “Possiamo usare il gioco in modo tale che gli studenti apprendano ugualmente”.

I primi studi mostrano come il ruolo delle attività ludiche durante la scuola primaria non penalizzi il futuro tasso di alfabetizzazione degli allievi. Stando alle ricerche dell’Università di Stanford, infatti, la Finlandia è uno dei Pesi con il più alto tasso di alfabetizzazione del mondo con il 94{c8fd8305821bafa11d0454614117a16bc861cc0283585dd03a411eb873b58ecd} degli studenti inizia la propria formazione durante la scuola secondaria -e i ragazzi che iniziano la carriera universitaria a 16 o 17 anni.

Secondo le ricerche del “Program for International Student Assessment (PISA)”, la Finlandia ha un ottimo sistema scolastico, tra i 5 migliori del mondo. Questo, però, non vuol dire che la letteratura sia bandita dalle sue scuole. Al contrario, se gli insegnati lo ritengono opportuno, in accordo con i genitori, è possibile creare un apposito piano di studio per il piccolo allievo. (leggi tutto)

× Come possiamo aiutarti?