Istat, italiani senza amici e chiusi in casa: uno su tre non ha vita sociale

Istat, italiani senza amici e chiusi in casa: uno su tre non ha vita sociale

Italiani popolo di poeti, santi e navigatori ma soprattutto di solitari: mai come in questo periodo infatti gli abitanti del Bel paese se ne stanno soli in casa, lontani dagli amici e dalle relazioni sociali. Un fenomeno in crescita che sta riguardando sia i rapporti con gli amici che quelli di coppia.

NIENTE RAPPORTI
A rivelarlo sono gli studi di settore che analizzano la qualità e gli stili di vita degli italiani. L’Istat rileva che un italiano su 3 non esce con gli amici neanche una volta a settimana, neanche nel weekend. Conduce, quindi, una vita in solitudine, con pochissimo tempo da dedicare ai rapporti affettivi e sociali.

RITMI FRENETICI
Per Emma Baumgartner, direttore del dipartimento di psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione della Sapienza di Roma, i dati sono anche «troppo positivi. Abbiamo uno stile di vita frenetico con tempi del lavoro che entrano nell’organizzazione delle nostre giornate al punto di condizionarle. Con differenze da considerare sia per quanto riguarda l’età, per cui un anziano non autonomo difficilmente vede gli amici, sia per quanto riguarda i servizi offerti nelle nostre città. Le donne escono meno degli uomini: è vero. Ma come fa una mamma ad avere tempo per sé stessa se non ha nessuno che la aiuta nella gestione dei figli?».
E gli altri? Due italiani su 3 incontrano gli amici nel tempo libero almeno una volta a settimana: tra questi, però, solo il 18,3% li vede tutti i giorni. La frequentazione più assidua riguarda soprattutto i ragazzi: ben 9 giovani su 10 escono con gli amici almeno una volta a settimana. La percentuale generale è quindi condizionata dalle abitudini giovanili, va da sé che con il crescere dell’età diminuisce il tempo libero dedicato ai rapporti sociali. (leggi tutto)