Musica, è il linguaggio universale delle reazioni emotive

Musica, è il linguaggio universale delle reazioni emotive

Dai paesaggi innevati del nord America alle calde foreste dell’Africa equatoriale, “la musica non cambia”: l’ascolto di una sinfonia suscita le stesse reazioni in persone appartenenti a culture differenti. A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology dai ricercatori della McGill University di Montreal (Canada), secondo cui l’analisi dimostra che la musica è un linguaggio universale.

 La ricerca è stata condotta su 40 cittadini canadesi e 40 pigmei residenti nella foresta pluviale del Congo. Ai partecipanti è stato chiesto di sentire 19 brani musicali: 9 canzoni pigmee e 11 sinfonie occidentali, tra cui le colonne sonore di Psycho, Star Wars e Schindler’s List. Durante l’ascolto, i volontari dovevano indicare quale emozione suscitasse in loro ogni composizione musicale, selezionandola tra un elenco che prevedeva eccitazione, calma, felicità, tristezza, irritazione e ansia.

 Gli autori hanno anche misurato le reazioni emotive dei soggetti rilevandone il battito cardiaco, la frequenza respiratoria e la sudorazione delle mani. Al termine dell’esperimento, hanno scoperto che entrambi i gruppi manifestavano reazioni molto simili, soprattutto nei casi in cui le canzoni suscitavano sentimenti di calma ed eccitazione. (leggi tutto)