«Non mangiare così tanto!»: come i commenti dei genitori influenzano il rapporto con il cibo dei figli

«Non mangiare così tanto!»: come i commenti dei genitori influenzano il rapporto con il cibo dei figli

«Non mangiare così tanto!» A chi ha figli adolescenti potrà essere capitato di aver rivolto loro più volte questa frase, invitandoli a mangiare in modo più sano. Oppure sarà scappato il commento sulla pancetta, o sulle gambe troppo grassottelle che, a quell’età, insomma, non sono proprio giustificate. Oppure noi stessi, a distanza di anni, possiamo ricordare frasi non proprio benevole pronunciate dai nostri genitori che, in buona fede, volevano spronarci a dimagrire e a metterci in forma. Ma quanto il commento dei genitori sul peso e la taglia dei figli può influenzare e aumentare il rischio di sviluppare problemi legati all’alimentazione in età adulta?

 Lo studio

Il tema è dibattuto da tempo ma un ultimo studio da poco pubblicato suEating an Weight Disordes suggerisce di calibrare le parole perché i ricercatori della Cornell University hanno scoperto che più un genitore commenterà il peso della figlia, più rischierà di essere insoddisfatta del proprio corpo quando diventerà grande. Lo studio riguarda solo le giovani donne. I ricercatori hanno intervistato 501 ragazze tra i 20 e i 35 anni, invitandole a indicare il grado di soddisfazione per il proprio peso, le abitudini alimentari, il loro indice di massa corporea e a ricordare se da ragazzine avessero ricevuto commenti da parte dei genitori sul loro peso. È venuto fuori che le donne con un indice di massa corporeo sano ricordavano molto di meno i commenti dei genitori rispetto a quelle che erano in sovrappeso. Inoltre, indipendentemente dal loro indice di massa corporeo, le donne meno soddisfatte del loro peso erano quelle che avevano ricevuto commenti sulla taglia quando erano adolescenti. Messaggio per i genitori: state zitti. Ma allora non si può più commentare nulla? Eppure è normale essere preoccupati per la salute dei propri figli. Non si può proprio fare niente?

 

 No alle critiche

Il Guardian ha intervistato il dottor Rachel Rodgers, professore di psicologia alla Northeastern University di Boston che ha svolto una revisione su 56 studi sull’argomento, dimostrando che i genitori hanno un impatto importante sulle abitudini alimentari dei figli (maschi e femmine) e sul loro rapporto con il proprio corpo. Il professor Rodgers offre un consiglio che può sembrare choccante: «I genitori dovrebbero evitare di fare commenti sul peso dei figli e sul loro aspetto fisico. Niente critiche, niente prese in giro ma neppure commenti positivi. Inoltre dovrebbero evitare di incoraggiare i figli a mettersi a dieta o a suggerire loro di perdere peso e dovrebbero evitare di proibire alcuni alimenti sostenendo che fanno male». Infine i genitori che premiano il buon comportamento dei figli con il cibo aumentano la probabilità che crescano con una percezione infelice del proprio fisico. Insomma, il cibo non è un premio, ma qualcosa che serve per alleviare la fame. (leggi tutto)

× Come possiamo aiutarti?