Quando il bullismo è tra fratelli. Un rischio che non è innocuo.

Quando il bullismo è tra fratelli. Un rischio che non è innocuo.

MILANO – Dalla camera di Giulia e Marco ecco provenire i soliti strilli e finisce sempre con qualcuno che piange. Storie di ordinaria convivenza tra fratelli o c’è qualcosa di più? In alcuni casi sembrerebbe di sì, dietro apparentemente normali schermaglie tra figli si celerebbero atti di vero e proprio bullismo la cui gravità viene ignorata dai genitori e dagli stessi bambini. Lo sostiene, in uno degli ultimi studi pubblicati sull’argomento, una ricerca della Clemson University apparsa sulJournal of Interpersonal Violence. (leggi tutto)

× Come possiamo aiutarti?