Ritorno a scuola, manuale per genitori e figli

Ritorno a scuola, manuale per genitori e figli

ritorno a scuola

Lo psicologo fornisce qualche informazione ai genitori per aiutare i figli ad iniziare nel modo migliore il nuovo anno scolastico.

Per bambini e ragazzi l’inizio di un nuovo anno scolastico è pieno di eccitazione, di curiosità e anche di gioia di rivedere i compagni dopo la lunga pausa estiva. Per altri però, lo stesso evento può innescare riluttanza, ansia e stress. E allora, soprattutto in questa fase delicata di cambiamento nelle abitudini quotidiane, i genitori hanno un ruolo importante per rendere più ‘morbida’ la ripresa scolastica.

Procedere per gradi. Con l’estate, la routine del periodo scolastico è andata persa: si va a dormire più tardi, il suono della sveglia non è più così familiare e lo spazio dedicato allo studio e ai compiti è stato confinato per lo più a qualche ora a settimana. Prima di tutto occorrerebbe far riacquisire al bambino quelle abitudini legate al proprio periodo scolastico che sono andate perse, magari una settimana o qualche giorno antecedente al primo giorno di scuola: “È importante – dichiara Anna Oliverio Ferraris, docente di Psicologia dello sviluppo dell’Università La Sapienza – far riabituare i propri figli agli orari soliti del periodo scolastico e fargli fare qualche compito poco prima del rientro a scuola per fargli riacquistare la concentrazione. Provare un po’ d’ansia per il primo giorno di scuola è normale: i genitori dovrebbero cercare di tranquillizzare i propri figli, è importante non trasmettergli ansia e preoccupazioni perché per loro i genitori sono il loro punto di riferimento. Fargli capire che provare ansia all’inizio è normale, magari raccontando loro le proprie esperienze ed emozioni vissute quando essi erano piccoli o utilizzando metafore per esempio attraverso una favola che riguardi questa situazione emotiva. Portare poi l’attenzione del bambino sulla possibilità di fare nuove amicizie, di imparare cose nuove per cercare di trasformare la paura in curiosità”. (leggi tutto)

× Come possiamo aiutarti?