Sette difetti di memoria che ci possono ingannare

Sette difetti di memoria che ci possono ingannare

Ricordare è una cosa affascinante, ma non sempre attendibile, ed esistono alcune distorsioni molto ricorrenti per cui il nostro cervello «modifica» la realtà a proprio piacimento: ecco sette “abbagli” diffusi anche tra le persone perfettamente sane (per esempio il cosiddetto “bias di supporto della scelta”, per cui la memoria viene modificata in funzione di una determinata scelta che si intende compiere).

di Emanuela Di Pasqua

 
1. A ognuno il suo ricordo

Il nonno era alto e biondo, no era piccolino con il naso aquilino; la zia sapeva fare benissimo i ravioli, ma no quella era la bisnonna. Di solito succede in famiglia, quando si confrontano rimembranze d’epoca e si scopre che ognuno le ricorda a modo suo. A tutti sarà successo di condividere un ricordo con un familiare e scoprire che la versione di ognuno è differente (tanto o poco che sia). Chi ricorda una persona, un paesaggio una frase o un finale e chi ne ricorda un altro. Chi ricorda solo i particolari entusiasmanti e chi solo quelli negativi e ancora chi si assume un ruolo al posto di un altro e dichiara, perfettamente in buona fede, di aver compiuto gesta al posto altrui. E infine chi non ricorda nulla, o quasi, di un determinato accaduto. Il giornale Medicaldaily elenca sette abbagli ricorrenti che può prendere la memoria. (leggi tutto)